Tag Archives: risotto

RISOTTO PORRI E ASPARAGI


Ebbene sì.. lo ammetto: io odio l’aglio, la cipolla e affini ma.. Oggi, per la prima volta in vita mia,  in trenta-quasitre anni di cui 6 da vegana.. oggi, dicevo, ho comprato e -attenzione signore e signori-TAGLIATO CON LE MIE MANI UN PORRO !! (e qui applausi e standing ovation!!)

La ricetta è semplice, quasi banale ma dovevo immortalare questo momento storico fondamentale e così ecco questo risotto perfetto per la primavera. 

L’idea mi è venuta vedendo sul banco del mercato bio dei bei mazzetti di asparagi freschi e così ho deciso di mettere in pratica quello che sto imparando alla scuola per vegan chef e cucinare per la prima volta in vita mia un bel risotto agli asparagi con tanto di porri per insaporire.

Ingredienti

200gr di riso integrale ammollato e filtrato

Un mazzetto di asparagi freschi

1 porro

Brodo vegetale 

Olio evo

Sale rosa

Procedimento

Ho messo sul fuoco una pentola d’acqua con un po’ di dado vegetale ( prima o poi riuscirò ad autoprodurmelo ma per il momento va bene quello già pronto)

Ho tagliato a rondelle molto sottili la parte bianca del porro e l’ho messo a soffriggere in un po’ d’olio caldo in una pentola capiente e  poi ho tagliato due foglie verdi del porro e le ho messe a sbollentare nel brodo.

Mentre il porro si imbiondiva ho tagliato a rondelline anche gli asparagi lasciando da parte le punte intere.

Ho messo a rosolare gli asparagi, escluse le punte, nell’olio col porro per un paio di minuti e poi ho aggiunto il riso coprendolo poi con il doppio di brodo.

Ho coperto e lasciato cuocere per 30 min.

Negli ultimi 10 minuti di cottura ho aggiunto anche le punte degli asparagi che in questo modo si sono cotte leggermente ma rimanendo croccanti.

Ho servito sulla foglia di porro decorando con le puntine di asparagi. 

Capisco che per la maggior parte delle persone non sarà niente di nuovo ma per me è una nuova conquista! Pian piano sto cercando di superare i miei limiti in cucina e di questo non posso che essere fiera! 

RISOTTO RADICCHIO E NOCI all’aceto balsamico con ingrediente segreto!

img_8736

Eccomi di nuovo qui! In questi giorni di silenzio mi sono dedicata a provare dietro le quinte le ricette per i piatti che proporrò nelle cene di Natale con parenti e amici e devo dire che sono molto soddisfatta della riuscita di alcuni di questi.. quindi nei prossimi giorni ve li proporrò uno per uno!
Partiamo con questo primo piatto. Oggi vi propongo un bel risotto radicchio e noci ma, attenzione ,questo non un semplice e banale risotto! Questo che vi propongo, infatti,oltre all’abbinamento riuscitissimo di radicchio e noci con tocco finale di aceto balsamico, è arricchito da un altro ingrediente segreto.. un po’ insolito per la tavola italiana.. che gli darà il quid in più che vi sorprenderà! Di cosa si tratta? Shhhh.. ok ve lo dico ma non ditelo a nessuno.. il burro d’arachidi!
Ma ora andiamo a vedere tutti gli ingredienti:
Per 4 persone:
Riso per risotti 300gr
RADICCHIO rosso 1 cespo
Brodo vegetale 1lt (preparato con verdure di stagione o con un po’ di dado)
Noci 50 gr
Olio 1 cucchiaio
Cipolla a piacere
Burro d’arachidi 1 cucchiaio
Aceto balsamico di Modena a piacere (quello buono, non la glassa!)

Iniziamo preparando il brodo vegetale e tagliando a striscioline il radicchio rosso.
Quando il brodo bolle, mettere in un’altra padella l’olio, farlo scaldare un pò, aggiungere la cipolla e farla dorare.
A questo punto versare il radicchio e il riso nel soffritto di cipolle per far tostare il riso e ammorbidire il radicchio continuando sempre a mescolare. Dopo un minuto aggiungere il brodo fino a coprire di un dito il livello del riso.aggiungere un pizzico di sale e lasciar cuocere.
Far cuocere il riso continuando ad aggiungere il brodo se serve.
Quando il riso sarà quasi cotto, due minuti prima della fine della cottura aggiungere le noci spezzettate grossolanamente e infine, l’ingrediente segreto, il burro d’arachidi che servirà per mantecarlo alla perfezione!
A questo punto non resterà che impiattarlo con un un coppapasta ( se volete, non è essenziale) e decorare con un filo di aceto balsamico e un pezzetto di noce. Et voilà! Un piattino d’effetto testato e approvato anche dagli amici onnivori!

img_8739