Monthly Archives: November 2017

TORTA SALATA DI BRISÈ AL MAIS CON PATATE, CARCIOFI E BIETOLE


Sono mesi e mesi che sbavo all’idea di una torta salata con scarola, olive e capperi ma non essendo di stagione mi sono rassegnata ad attendere ancora qualche mese.. 

Quindi ieri, grazie a un bell’umido di patate e carciofi gentilmente offerto da mia madre, ho deciso di assecondare la mia voglia, solo in una versione un po’ più invernale.. con l’aggiunta di qualche foglia di bietola del contadino bio. 

Per la ricetta della pasta mi sono ispirata alla torta rustica di farro con cicoria e patate della bravissima Veronica Momi anche lei tra le food blogger dell’ultima edizione dell’Arca di Eva & Friends, ma ovviamente apportando le mie modifiche altrimenti non sono contenta! 😬 

Ingredienti per la pasta brisè al mais:

300gr farina semintegrale tipo 2

100 gr farina di mais fioretto

190 gr acqua

90-100 gr olio di girasole 

Un cucchiaino raso di sale

1 pizzico di pepe

Semi di papavero per decorare

Latte di soia per spennellare la superficie (facoltativo)
Per il ripieno:

2 patate

2 carciofi

3-4 pomodorini o concentrato di pomodoro

1 spicchio d’aglio

1 foglia di alloro

Qualche foglia di bietola

Qualche dadino di cipolla 

Sale e olio evo 
Iniziamo facendo lo stufato di patate e carciofi, tagliando le verdure a pezzi e mettendole insieme a olio, aglio e alloro in un pentolino lasciandole cuocere finché non sono morbide.

A parte saltare la bietola in padella con un filo d’olio, la cipolla, un goccio d’acqua e il sale. 

Oppure, per le persone pigre come me si possono cuocere direttamente le bietole insieme a patate e carciofi. 

Per la pasta briseè :

Uniamo le farine, il sale e il pizzico di pepe e mescoliamo.

Aggiungiamo l’acqua poco per volta e in fine l’olio, impastando per bene fino ad avere un bel panetto morbido e unto.

Avvolgere l’impasto nella pellicola e lasciarlo riposare per una mezz’ora in frigo.

Intanto accendiamo il forno a 180’

A questo punto uniamo lo stufato di patate alle bietole saltate togliendo il liquido in eccesso.

Riprendiamo l’impasto e lo dividiamo in due: una pallina più grande per la base e una più piccola per lo strato superiore.

Stendiamo l’impasto della base ad uno spessore di circa mezzo centimetro e lo adagiamo sul fondo della teglia rivestito di carta da forno.

Foriamo il fondo con una forchetta e andiamo a versarci sopra il ripieno.

Stendiamo anche l’altro strato di pasta e chiudiamo arricciando bene il bordo. Pratichiamo un foro nel centro per permettere all’umidità delle verdure di fuoriuscire 

Ora spennelliamo la superficie con olio o con latte di soia e decoriamo con i semi di papavero o altri semi a scelta. 

Inforniamo per circa 30-35 min a 180’. Trascorso questo tempo spegniamo e lasciamo la torta in forno ancora una decina di minuti o comunque controllando che la cottura non vada troppo avanti fino a bruciare i bordi.

Ed ecco la torta che sembra preparata da nonna papera

Advertisements

TORTA DI MELE E NOCCIOLE ALLA CANNELLA


Ultimamente sono sempre alla ricerca di comfort food.. saranno i primi freddi, sarà l’autunno che mi sa di relax e thè caldo sul divano…e che cos’è un bel thè delle cinque se non una validissima scusa per gustarsi un buon dolce caldo, profumato e avvolgente come un abbraccio?! Quindi ecco la mia torta di mele e nocciole alla cannella.. una torta che sa di autunno, di coccole e di pomeriggi sotto le coperte 🍂🍁☕️✨ 

Ecco gli ingredienti : 

260 gr farina 0 o 1 ( io nella mia testardaggine ho usato solo farina 2 ed è rimasta un po’ tamugna però buona lo stesso)

40 gr zucchero di canna chiaro

20 gr nocciole tritate grossolanamente

40 gr olio di semi di girasole

70 gr di succo di mela limpido 

120-150 gr latte soia (a seconda della farina usata )

Cannella 2 cucchiaini 

Scorza di un limone 

2 mele Golden a pezzi +1 mela rossa per la decorazione

1bustina cremor tartaro

1 Pizzico bicarbonato 

1 cucchiaino di aceto mele

Iniziare tagliando le mele golden a cubetti e  la mela rossa a fettine. Irrorarle con il succo di limone e cospargerle di zucchero e cannella a piacere. Lasciare marinare. 

Preriscaldare il forno a 180’

Per il resto il procedimento è il classico delle torte: prima unire tutti gli ingredienti secchi: farina, zucchero, nocciole, lievito, bicarbonato, cannella e scorza di limone e mescolare bene. 

Aggiungere i liquidi uno per volta , escluso l’aceto di mele, tenendo il latte alla fine per riuscire a dosarlo in base alla necessità: più la farina utilizzata è integrale, più richiederà liquido per ottenere un impasto omogeneo. 

Dopo aver ottenuto un impasto morbido aggiungere le mele a cubetti e mescolare, poi alla fine versare il goccio di aceto di mele e dare un’ultima mescolata rapida. 

Versare  l’impasto nella teglia e decorare con le fettine di mela. Infornare per 35 min a 180’, se verso la fine le mele in superficie inizieranno a scurirsi troppo abbassare a 170’ o coprire con l’alluminio.  Fare sempre la prova stecchino e una volta sfornata lasciare intiepidire.. sentirete che profumo di cannella!! 

POLPETTE DI MELANZANE CON SUGO DI CAVOLO VIOLA AL POMODORO


Venerdì scorso al mercato dei produttori bio ho trovato le ultime melanzane della stagione e visto che mi era rimasta una certa voglina..ho voluto dare loro la degna conclusione! 

Anche se è da poco tempo che mi sono lanciata nella frittura, sono particolarmente legata all’idea delle polpette perché è un piatto classico che permette di utilizzare prodotti che altrimenti andrebbero sprecati e io sono totalmente Antispreco! 

Tempo fa avevo pubblicato la ricetta delle polpette delle melanzane ma in questo caso ho apportato una piccola modifica. 

Ora avendo qualche nozione in più di cucina macrobiotica infatti, dovendo trattare le melanzane che sono un ortaggio prevalentemente estivo e quindi acquoso, invece che bollirle (cottura troppo yin), ho deciso di arrostirle in forno per donare al piatto più energia yang, fondamentale per combattere il freddo del periodo invernale. 

Ingredienti per 12-15 polpette:

2 melanzane lunghe 

200gr circa di pane secco

 Una decina di Olive nere 

Un cucchiaio Capperi sottosale

Lievito alimentare 

Pan grattato q.b 

Aceto di mele 1 cucchiaio (facoltativo) 

Mezzo cavolo cappuccio viola

500gr passata di pomodoro 

1/2 cipolla 

Origano

Olio evo

Olio per friggere
Per le polpette mettiamo in forno le melanzane tagliate a metà per 20-25 min a 180’ e nel frattempo mettiamo il pane in ammollo in acqua con sale e olio. 

Tagliamo il cavolo cappuccio a julienne e lo mettiamo a cuocere in padella con un fondo di olio e di cipolla. Dopo averlo fatto saltatare leggermente aggiungiamo un goccio d’acqua e la passata di pomodoro. Saliamo e lasciamo ammorbidire.

Quando le melanzane saranno morbide, scaviamo e tagliamo la polpa eliminando la buccia.

Strizziamo bene il pane e lo aggiungiamo alla polpa delle melanzane, condiamo con sale, olio e abbondante origano.

Tagliamo le olive nere e i capperi e in base al nostro gusto aggiungiamo lievito alimentare e un cucchiaio di aceto di mele. 

Se serve aggiungiamo pangrattato al l’impasto per renderlo più compatto. 

A questo punto scaldiamo l’olio e formiamo le polpette passandole nel pangrattato.

Non appena l’olio sarà caldo immergiamo le polpette e lasciamole fino a doratura. 

Scoliamole e adagiamole su carta assorbente, un pizzico di sale e via all’assaggio! 


Ora non resta altro che adagiare le polpette nel sugo di cavolo viola al pomodoro e gustare questo piatto godurioso che sa di tradizione ma senza sofferenza! 

Buon appetito!