Monthly Archives: January 2015

BISCOTTI Vegan SENZA FARINA E SENZA ZUCCHERO

IMG_9575.JPG

Oggi vi presento un piccolo esperimento notturno. Se cercate qualcosa di goloso ma sano,leggero e veloce..l’avete trovato!
È un biscotto con più “senza” :
Senza farina
Senza zucchero
Senza olio/burro
Senza latte
Senza uova (ovviamente)
Inoltre volendo può tranquillamente diventare una ricetta quasi Crudista se si utilizza l’essiccatore al posto del forno.

Ecco gli ingredienti per una teglia piccola di biscotti
-2 banane mature (la buccia deve avere i puntini neri!)
-1 tazza circa di Fiocchi d’avena piccoli
-mezza tazza di uvetta ammollata per 5/10 min
-1 cucchiaio di semi di chia
– cannella o altre spezie a piacere
-pizzico di sale (facoltativo)

Tagliare le banane a rondelle e schiacciarle con una forchetta fino ad ottenere una poltiglia.
Unire i fiocchi d’avena (volendo si può tritare metà dose per ottenere una farina e il resto lasciarlo in fiocchi), l’uvetta strizzata bene, i semi di chia, la cannella e il pizzico di sale e mescolare il tutto.
Per rendere il tutto ancora più goloso si può aggiungere un pò di frutta secca come noci, nocciole o pinoli, in questo caso diventerà una versione un pò più energetica ottima per il dopo sport o la colazione.

IMG_9567.JPG

Ora con un cucchiaio formare i biscotti su una teglia ricoperta con carta da forno.

IMG_9568.JPG

A questo punto metterli in forno 10-15 min a 150 gradi o finché non saranno dorati e belli compatti.
Io per errore li ho cotti ad una temperatura un po troppo alta ma sono rimasti ugualmente morbidi e gustosi.. Grazie all’uvetta e all’aroma della cannella sembra di mangiare un piccolo strudel in miniatura… Deliziosi!!!
Il grosso problema è che uno tira l’altro ma per fortuna è un peccato di gola sano e leggero!!
Provateli e fatemi sapere se ci sono piaciuti. 😀

Advertisements

DECLUTTER BEFORE MOVING

IMG_9513.JPG

Ebbene si… Ormai manca poco più di un mese e poi dovrò affrontare l’ennesimo trasloco della mia vita!
L’entusiasmo per la casa nuova è alle stelle ma, ad essere sincera, la spensieratezza con cui ho affrontato i traslochi in passato questa volta sta leggermente vacillando e quindi mi chiedo..sarà forse a causa dell’età?! Oppure la ragione è che nel tempo si sono accumulate così tante cose che affrontare un trasloco sembra ora un’impresa titanica?!
Probabilmente entrambe le cose.
Oltretutto la casa in cui ci trasferiremo è un pò più piccola dell’attuale e dovremmo sicuramente ridurre la quantità di roba che si è lentamente e inesorabilmente accumulata in ogni dove. In inglese si direbbe ” DOWNSIZING” ,che significa appunto ridurre sia come dimensioni che come quantità!
E quindi cosa fare per affrontare un trasloco senza farsi prendere dall’ansia?
Un BEL DECLUTTER, ovviamente!!
Così domenica mi sono dedicata alla cucina. Cassetto dopo cassetto, anta dopo anta, ho eliminato tutti gli accessori che non ho utilizzato negli ultimi tempi e che probabilmente non avrei mai usato, coltelli che non tagliavano più, teglie rotte, una tovaglia che non mi piaceva più, barattoli di vetro riciclati… Alla fine ho radunato una montagna di roba che occupava tutto il tavolo!
Ecco qualche foto prima e dopo:
Prima

IMG_9510.JPG

Dopo

IMG_9511-0.JPG

Prima

IMG_9513-0.JPG

Dopo

IMG_9514.JPG

Prima

IMG_9520.JPG

Dopo

IMG_9523.JPG

E questa è la montagna di roba di cui mi sono liberata e che, insieme ad altre 4 borse di vestiti, andranno ad un’associazione che aiuta i bisognosi.

IMG_9528.JPG

Dopo questa sessione intensiva di Decluttering mi sentivo già più leggera ma il prossimo passo sarà, di nuovo, l’armadio.. E questa volta non mi fermerò finché non avrò ottenuto un vero CAPSULE WARDROBE!! ( se non sapete cosa sia cercate su you tube e scoprirete un nuovo mondo).