Monthly Archives: December 2014

BISCRUDI COCCOCIOCCO

IMG_9333.JPG

Ricettina veloce post-Natale che non è nemmeno una ricetta.. Ma un trucco per riciclare in modo goloso l’okara di mandorle ottenuta dalla preparazione del latte di mandorle fatto in casa.
Per preparare il latte di mandorle ho messo a mollo 120gr di mandorle con la buccia per una notte.
La mattina dopo le ho scolate, sciacquate e messe nel frullatore insieme a 1 lt d’acqua e un paio di datteri medjoul snocciolati. I datteri servono per dolcificare, al loro posto si può utilizzare sciroppo d’agave, zucchero di cocco o altro e per aromatizzare si può aggiungere un po’ di vaniglia. Ho frullato il tutto e poi filtrato con un colino a maglie strette. ( procedimento più facile con un telo bianco naturale o con l’apposita borsa per latte vegetale).
Quello che rimane nel filtro è l’okara di mandorle.

IMG_9286.JPG

Nella foto si vede a sx l’okara rimasta nel colino e a dx la mia colazione a base di latte di mandorla con banane, fiocchi d’avena e bacche di goji e di gelso.

A questo punto non potevo certo buttare via tutta quell’ottima polpa.
Quindi ho aggiunto cocco in scaglie, cacao e un cucchiaio di sciroppo d’agave. Non do le dosi precise perché vado molto a “gusto” quindi ognuno può creare la propria versione aggiungendo spezie a piacere, uvetta, semi di chia ecc…
Ho foderato due vassoi dell’essiccatore con la carta da forno e formato dei piccoli biscottini ( o palline o la forma che preferite) che ho tenuto nell’essiccatore per una decina di ore.
Per chi non avesse l’essiccatore potrebbe semplicemente tenerle in frigo e servili come tartufini magari ricoperti di cioccolato fondente ( super goduriosi).
Niente di più semplice e in linea con la filosofia del “nowaste” ovvero ZERO SPRECO.

Advertisements

DEODORANTE CREMINO FAI DA TE

IMG_9189.JPG

Ve lo confesso.. Sono letteralmente impazzita per questo deodorante! I motivi??
Uno, perché è FA-CI-LI-S-SI-MO!!
Due, perché è DAVVERO EFFICACE!!
Tre, perché è ECONOMICO ED ECOLOGICO!

Prima di provare a farlo ero davvero nello sconforto più totale per quanto riguarda i deodoranti naturali.
Ne ho provati diversi, presi in erboristeria e on line, ho provato con l’allume di potassio e con quelli in stick di Helan, fino a tornare a malincuore a quelli chimici ( addirittura al Neutro Roberts.. Sguardi di disapprovazione.. Shame on me!!!!!)
Ma niente! .. Dopo qualche ora.. puzzavo!

Poi mi sono decisa finalmente a provare il deodorante fatto in casa! E ve lo devo dire.. È stata un’epifania!!

Gli ingredienti:
_4 cucchiaini di OLIO DI COCCO (io lo prendo on line da CIBOCRUDO) o di BURRO DI KARITÈ.
Nel caso non l’aveste non demordete, sotto riporto una versione che non lo richiede.
_ 2 cucchiai di AMIDO DI MAIS
_2 cucchiai di BICARBONATO DI SODIO
_5/10 gocce in tutto di OLIO ESSENZIALE DI TEA TREE e di BERGAMOTTO

Procedimento:
Far sciogliere l’olio di cocco a bagnomaria. Aggiungere l’amido e mescolare, poi aggiungere il bicarbonato e mescolare ancora fino ad avere un composto cremoso e senza grumi.
A questo punto aggiungere gli oli essenziali.
Ed è fatta!!
A questo punto basta lasciar raffreddare un pò e poi mettere il tutto in un vasetto di vetro ben pulito. Io l’ho messo in un piccolo contenitore in lattice ( una sorta di formina per un cubetto di ghiaccio) che mi permette di spalmarlo direttamente sulla pelle proprio come un deodorante in stick.fantastico!!
L’ho testato in giornate frenetiche e vi assicuro che a fine giornata le mie ascelle non avevano alcun odore se non quello degli olii essenziali!
L’efficacia di questa combinazione è dovuta al potere battericida del bicarbonato e del tea tree e al potere assorbente dell’amido di mais.
Unica piccola controindicazione.. Il bicarbonato può lasciare qualche residuo sulle magliette.. Quindi prima che arrivi l’estate escogiterò un modo per ovviare a questa piccola pecca.

Come promesso.. per chi non avesse in casa ne l’olio di cocco ne il burro di KARITÈ può provare a fare la versione in polvere del deodorante.
Ovvero basta mescolare le polveri e aggiungere gli olii essenziali e utilizzarlo come una sorta di talco profumato adatto per tutto il corpo, anche per i piedoni puzzolenti 😜!

Insomma niente sprechi, niente gas emessi nell’atmosfera, niente confezioni da buttare ,niente cattivi odori e ingredienti che si possono LETTERALMENTE mangiare.. Cosa volete di più??!!
Provatelo poi fatemi sapere come vi trovate! Sono sicura che ne sarete entusiasti quanto me!

SWAP PARTY, mercatino del baratto!

IMG_9191.JPG

Spesso, quando si fa un po di ripulisti (declutter) in casa si finisce per avere borse e scatoloni pieni di oggetti di cui vogliamo liberarci perché non ci servono più, ma che ci dispiace buttare perché sarebbe un incredibile spreco di risorse e un vero sacrilegio in questo momento storico in cui le materie prime iniziano a scarseggiare e il livello dei rifiuti ha saturato il pianeta.
E quindi cosa farne?
L’importante è assolutamente far in modo che queste cose escano il prima possibile dalla nostra casa!Infatti se si pensa “le lascio li poi deciderò cosa farne” , altre cose cominceranno ad accumularsi e si finirà con avere il garage murato di cose inutili!
E allora come risolvere tempestivamente il problema??!
Oltre alle chiese e alle organizzazioni benefiche che raccolgono gli abiti usati per scopi umanitari si può organizzare una serata di scambio con le amiche , metterle in vendita su ebay ,oppure partecipare ad un meratino dello scambio e del baratto !!
Così dopo il mio declutter intensivo degli ultimi mesi, sabato pomeriggio ho partecipato allo SWAP PARTY organizzato dal GAS VI CAMBIA di Vignola (Mo) presso il circolo culturale di Marano sul Panaro.
http://ilgasvicambia.wordpress.com
http://www.facebook.com/gas.vicambia

Lo SWAP PARTY è appunto una festa in cui fare conoscenza e chiacchierare con persone che condividono gli stessi valori e allo stesso tempo fare qualche buon affare vendendo o scambiando i propri oggetti con quelli degli altri.
In questa occasione eravamo una decina di partecipanti,ognuno con il suo banchetto in cui esporre la propria “merce”. Una volta esposto il tutto abbiamo iniziato a fare scambi tra di noi e a vendere alla gente di passaggio..con prezzi più che popolari da 1,2,5€
Il tutto, ovviamente accompagnato da vino e stuzzichini bio che ognuno aveva portato da condividere con gli altri.
È la seconda volta che partecipo a questa iniziativa e devo dire che ne sono sempre più entusiasta!!
È stata un’ottima occasione per liberarmi di cose inutili, fare qualche soldino e conoscere delle belle persone!
Quindi ringrazio Eleonora e tutto il Gas ViCambia per aver organizzato questo SWAP party e.. Ci vediamo alla prossimo mercatino!

I WANT TO BECOME MINIMALIST!

IMG_9179.JPG

È da tantissimo tempo che non scrivo e mi dispiace davvero ma oggi devo assolutamente condividere con voi quello che mi sta succedendo!
Curiosando su You tube alla ricerca di video sul declutter e space clearing mi sono imbattuta in video che trattavano di MINIMALISMO.
A questa parola, nella mia mente sono partite immagini di abitazioni “da copertina” caratterizzate da enormi superfici vuote e un inevitabile sensazione di “freddo”. . Ma non potevo essere più lontana dalla verità!
Guardando video dopo video sono rimasta incantata da persone che vivono in case chiamate Tiny Houses, grandi come la mia camera da letto, persone che riescono a impacchettare tutti i propri vestiti in uno zaino, persone che hanno bandito completamente la plastica dalla loro vita arrivando ad uno stile di vita a RIFIUTI ZERO!
Insomma.. persone che hanno deliberatamente deciso di eliminare tutto ciò che è superfluo e di possedere solo lo stretto necessario per vivere. E la cosa che mi ha colpito maggiormente è il senso di felicità e di leggerezza che trasmettono.
Fino a quel momento io avevo pensato che l’home organizing consistesse semplicemente nel riuscire ad organizzare al meglio tutte le cose che si posseggono , comprando contenitori, divisori, accessori per organizzare il tutto e relegavo lo space clearing ai momenti di cambio stagione o, al limite, quando non sopportavo più di vedere un cassetto straripare di oggetti.
Quello che avevo perso di vista era il primo passo fondamentale per avere uno spazio armonioso e in ordine ovvero CIRCONDARSI DELLE POCHE COSE FONDAMETALI CHE UTILIZZIAMO E CHE AMIAMO DAVVERO ed ELIMINARE IL SUPERFLUO!
Mentre continuavo a guardare un video dopo l’altro dentro di me pensavo “vabbè io non ce la farò mai! Io DEVO avere il vestito giusto per ogni occasione,nella cucina DEVONO esserci tutti gli utensili necessari nel caso volessi mai diventare cake designer o tutti i piatti e bicchieri per ospitare una ventina di amici!! ”
Poi riflettendoci con calma ho pensato “NO CHE NON DEVO!”
E questo mi ha portato a ripensare a tutta la mia vita, alle mie scelte, alla tendenza all’accumulo che ho ereditato dai miei genitori, alla mia voglia di comprare sempre cose nuove.. È ho capito che questo stile di vita può portare solo cose negative ovvero una casa sommersa dalle cose, un conto in banca sempre in rosso,tanto stress e tempo perso per riordinare!
Sono cose che razionalmente sapevo già ma non le avevo mai sentite così chiaramente!
La scoperta del minimalismo mi ha completamente scosso da cima a fondo,mi ha fatto mettere in dubbio tutte le mie abitudini e mi ha dato tantissima carica per vivere una vita veramente coerente con i miei ideali!
Dopo aver riflettuto e immaginato come avrebbe dovuto essere la mia casa ideale e la mia nuova vita, mi sono presa due giorni per fare una sessione intensiva di declutter e liberarmi di cose che erano rimaste intoccate nei precedenti attacchi di space clearing.
Io non so come possa essere possibile accumulare una cinquantina di sciarpe eppure io ci ero riuscita!!!
Ho prodotto 3 sacchi enormi di vestiti e varie scatole di cd,DVD, libri, cancelleria ecc.. Da eliminare, vendere o regalare.
Devo essere sincera..una volta terminato speravo che si notasse maggiormente la differenza, vista la fatica che avevo fatto, ma sono fiduciosa che pian pianino riuscirò ad eliminare altre cose che non servono ma da cui, per ora, non sono riuscita a separarmi.
Uno dei vantaggi più immediati di questo ripulisti è che so esattamente cosa ho nell’armadio e quindi al mattino riesco a creare più facilmente gli abbinamenti e in più non sprecherò soldi per acquistare un doppione di qualcosa che ho già!
Questo doveva essere un post breve ma come sempre mi sono dilungata un po troppo!
Dedicherò un altro articolo per spiegare in cosa consiste il minimalismo e come iniziare un viaggio verso questo stile di vita esaltante!
Sotto vi riporto qualche link che consiglio vivamente per iniziare questo viaggio!
Se volete mettervi alla prova e iniziare a scoprire cosa è realmente importante nella vita e chi volete essere CHECK THEM OUT!

Su You tube
Brittany taylor (sito http://www.simplelivingandtravel.com)
Lightbycoco
Love raw Vegan
We the tiny house people ( documentary)

Blog
http://www.becomingminimalist.com/becoming-minimalist-start-here/

http://zenhabits.net/a-guide-to-creating-a-minimalist-home/

http://www.trashisfortossers.com/p/the-steps.html?m=1

Libri
Il magico potere del riordino. Marie Kondo
The joy of less. Francine Jay
Walden o vita nei boschi. Thoreau