Monthly Archives: May 2014

Raw-spaghetti con salsa mango e avocado!

!

20140526-092915.jpg

Ebbene si.. Anche io mi sono fatta contagiare dal video della settimana di Fullyraw kristina ( se non la conoscete cercatela su you tube, Facebook e instagram e impazzirete x questa ragazza e per il suo entusiasmo !)
Ho voluto provare anche io la ricetta che sta spopolando tra i miei amici virtuali crudisti, naturalmente apportando qualche variante.
Gli ingredienti che ho usato sono
2 cetrioli
1 mango piccolo
Mezzo avocado
Succo di limone
Un pizzico di sale e peperoncino

La ricetta originale comprendeva anche prezzemolo o coriandolo ma non l’avevo in casa e poi ho preferito provarlo prima al naturale😀

Il procedimento è semplicissimo: si creano gli spaghetti con i cetrioli utilizzando l’attrezzo apposito o semplicemente con quella sorta di pela verdura che fa il taglio a julienne come ho fatto io.
Si bagnano gli spaghetti con un po di limone e si lasciano a marinare.
A parte di frulla un mango piccolo, mezzo avocado, un po di succo di limone, sale e peperoncino a seconda dei gusti.
Poi con questa Salsina super cremosa e deliziosa si condiscono gli spaghetti.
Per chi vuole una consistenza più asciutta consiglio di scolare prima un po l’acqua che i cetrioli avranno creato altrimenti si può lasciare per creare la consistenza di una tipica zuppa con noodle in stile asiatico da mangiare rigorosamente con le bacchette 🍜.
Devo dire.. Uno dei piatti crudisti che più ho apprezzato fino ad ora.. Sia per la cremosità e il sapore e sia per la velocità di realizzo!
Ragazzi provatela perché è un piatto fresco e leggero perfetto per l’estate!

Advertisements

Crackers crudisti alla pizzaiola

20140521-135155.jpgEcco a voi il mio primo esperimento di cracker crudisti.. Ovvero non cotti in forno ma essiccati con l’utilizzo dell’essiccatore in modo da preservare tutte le proprietà degli ingredienti crudi.
Un’idea geniale da sgranocchiare come fuori pasto o in accompagnamento a cremine, insalate o formaggi crudisti.

Ecco gli Ingredienti:
Semi di lino ammollati per una notte.
Semi di sesamo, girasole e zucca ammollati per una notte o qualche ora.
La polpa di due carote ottenuta con la centrifuga o estrattore.
La polpa di uno o due pomodorini ( togliendo i semini e l’acqua)
Origano e sale qb.

Per le dosi sono andata ad occhio,giusto per provare, quindi non so darvi dosi precise.. Per fortuna nella cucina crudista si va molto A SENTIMENTO 🙂

Il procedimento è semplice.
ho scolato i semi misti e li ho messi nel frullatore, ho raccolto i semi di lino insieme al gel che hanno prodotto durante la notte di ammollo e li ho uniti agli altri semini e ho frullato a impulsi, senza arrivare ad avere una poltiglia ma lasciando parecchi semini ancora interi.
Ho aggiunto il resto degli ingredienti:verdura, sale, origano …
ma si può personalizzare a proprio piacere con spezie e verdure.
Ho frullato il tutto e ho ottenuto un bel composto omogeneo ma con ancora un po di semini visibili.
A questo punto ho rivestito la teglia dell’essiccatore con la carta da forno e ho spalmato il composto con una spatola il più sottile possibile. Poi con una rotella da ravioli ho inciso dei solchi in modo da staccarli più facilmente una volta essiccati.
Ho messo il vassoio nell’essiccatore è impostato il programma crudista che non supera mai i 41 gradi , per 8-10 ore o comunque finché non si staccano dalla carta da forno.

Devo dire che il risultato è stato ottimo, l’origano ha contribuito a donare quel caratteristico sapore “alla pizzaiola” e la consistenza non era ne troppo umida n’è troppo croccante..si sentivano ancora bene i semini, tutti da sgranocchiare!
I miei primi cracker RAW hanno convinto anche il palato degli onnivori, ma la prossima volta ne farò di più per avere un po di scorta visto che in frigo si conservano bene anche per diversi giorni.

Provateli e fatemi sapere se vi sono piaciuti!! A presto con altre ricette raw!

Spring cleaning time! PULIZIE DI PRIMAVERA!

In questi giorni di ferie sono riuscita finalmente a fare un po di space clearing in zone che stavo rimandando da tempo.
In particolare mi sono dedicata ai mobiletti della sala/cucina.
Avendo un unico ambiente con la zona giorno e la zona cucina e poco spazio contenitivo per organizzare dispensa, piatti e documenti , inevitabilmente queste cose si erano un po confuse generando un caos atomico.
Fortunatamente la confusione rimaneva nascosta dalle ante dei mobili MA IO SAPEVO COSA SI NASCONDEVA LI’ DIETRO!! E solo al pensiero mi veniva l’ansia.. Quindi avendo finalmente un po di tempo libero a disposizione mi ci sono dedicata con tutta me stessa!
La dispensa era un caos totale e in più dovevo ricavare uno spazio per il nuovo essiccatore che è molto ingombrante e non potevo lasciare a vista sul piano di lavoro. Quindi ho dovuto organizzare al meglio le basi del “buffet”
Questo era il “PRIMA”

20140505-124838.jpg
Da una parte, a dx c’era cancelleria, documenti, attrezzi e ferramenta, cianfrusaglie ecc.., mentre dall’altra a sx c’erano piatti, tazze e cose che non utilizziamo tutti i giorni.

Ho organizzato i documenti e sistemato la cancelleria nei cestini azzurri e ho spostato il tutto in un’altra base ( tutto IKEA ovviamente n.d.r.) non senza prima averla svuotata dall’ammasso di roba che vi si era accumulata nel corso di un anno..occhiali, accessori del cellulare e delle foto camere, accessori da cucito/bottoni/nastri regalo ecc.. Insomma tutte quelle cose che ti ritrovi i mano e dici.. Vabbhe per ora lo metto li dentro poi lo sistemo.. E lì rimarrà per tempo immemore.

Questo è lo stato intermedio mentre organizzavo il contenuto

20140505-125516.jpg

E quindi avendo recuperato un bel po di spazio ho sistemato qui la mia “dispensa Veg” con cereali in chicchi, prodotti vegan, lattine, legumi, semi
e noci vari; in questo modo sono accessibili e visibili e non rischio di comprare cose che sono già in casa 😜
Questa è la mia dispensa Veg

20140505-130227.jpg

E questa è l’altra base che è completamente dedicata ai documenti, cancelleria e accessori vari
Tutto visibile e facilmente accessibile
( purtroppo no ho la foto del prima ma ..fidatevi.. Era un casino totale /It was totally a mess!)

20140505-130506.jpg

Insomma, anche se non è sicuramente la sistemazione definitiva, sono molto orgogliosa del mio lavoro e non mi viene più l’ansia pensando alla confusione che si nascondeva dietro a quelle tre ante.

Spero che questo articolo, dopo una lunga assenza, possa essere d’ispirazione per il vostro space clearing personale e stay tuned perché ci sono in serbo altri articoli sulle pulizie di primavera!!